Header della pagina Header della pagina Header della pagina Header della pagina Header della pagina Header della pagina Header della pagina Header della pagina Header della pagina Header della pagina

CIN CIN… CINEMA: MAURIZIO PALLANTE A GROTTAMMARE – venerdì 28 novembre 08

Scritto il 27 novembre 2008 da Nadia_B. Leggi altro su Comunanze.

DECRESITA FELICEUSCIRE DALLA CRISI SENZA RIATTIVARE LA CRESCITA ECONOMICA
LA PROPOSTA ERETICAMENTE FELICE DI MAURIZIO PALLANTE

(Puoi vedere i video della manifestazione nella sezione “on demand” della web tv di Comunanze.net)

Di fronte alla crisi economico-finanziaria e alla crisi ambientale, ormai divenute di dimensioni globali, la ricetta proposta dai più è, come al solito, quella della ripresa della crescita economica: più consumo – più produzione – più rifiuti – più inquinamento – più felicità e benessere. Ma è davvero così che si può risolvere la situazione? Le nostre relazioni con gli altri e con l’ambiente e la nostra felicità sono davvero legati soltanto al possesso di un numero indefinito di oggetti da usare e gettare? Come è possibile continuare a sfruttare indiscriminatamente le risorse dell’ambiente se sappiamo che esse sono esauribili? Maurizio Pallante da anni pensa e lavora per una prospettiva diversa: quella della decrescita felice. Una prospettiva che ci permetta di essere davvero felici raggiungendo il ben-essere e abbandonando il ben-avere che oggi tutti nei paesi cosiddetti sviluppati sembriamo obbligati a perseguire. Una proposta controcorrente, eretica per il sistema di valori in cui viviamo, ma che potrebbe aprire un varco per ripensare il nostro modello di vita e uscire dalla crisi economica e ambientale in cui ci siamo ficcati. Senza sacrifici, ma addirittura riscoprendo valori e relazioni abbandonati troppo frettolosamente negli ultimi decenni e che sono essenziali per gli esseri umani, per la loro sopravvivenza e per la loro felicità. E in questa prospettiva sono di fondamentale importanza anche il vino e il cibo a partire dai quali la riflessione di Pallante si svilupperà venerdì sera alla Sala Kursaal di Grottammare. Secondo le parole dello stesso Pallante “la decrescita è elogio dell’ozio, della lentezza e della durata; rispetto del passato; consapevolezza che non c’è progresso senza conservazione; indifferenza alle mode e all’effimero; attingere al sapere della tradizione; non identificare il nuovo col meglio, il vecchio col sorpassato, il progresso con una sequenza di cesure, la conservazione con la chiusura mentale; non chiamare consumatori gli acquirenti, perché lo scopo dell’acquistare non è il consumo ma l’uso; distinguere la qualità dalla quantità; desiderare la gioia e non il divertimento; valorizzare la dimensione spirituale e affettiva; collaborare invece di competere; sostituire il fare finalizzato a fare sempre di più con un fare bene finalizzato alla contemplazione. La decrescita è la possibilità di realizzare un nuovo Rinascimento, che liberi le persone dal ruolo di strumenti della crescita economica e ri-collochi l’economia nel suo ruolo di gestione della casa comune a tutte le specie viventi in modo che tutti i suoi inquilini possano viverci al meglio.”

Ecco il live blogging dell’evento:

 

In diretta Web su COMUNANZE.NET

IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA SERATA:
CIN CIN… CINEMA: MAURIZIO PALLANTE A GROTTAMMARE – venerdì 28 novembre 08
——————————————————————————–
Comune di Grottammare – Assessorato alla Cultura
Provincia di Ascoli Piceno – Assessorato alla Cultura
ASSOCIAZIONE piùconmeno – per la decrescita nel piceno
Associazione Culturale BLOW UP – Federazione Italiana Cineforum
Slow Food – San Benedetto del Tronto
Vinea – Enoteca Regionale di Offida
OSTERIA VOLANTE

stagione 2008/2009

Cin Cin… Cinema!
parole, visioni e degustazioni alla scoperta di nuovi e antichi piaceri conviviali

VINO E CIBO NELLA PROSPETTIVA
DELLA DECRESCITA FELICE

dalle ore 21.00
In corrispondenza con la serata su vino, cibo e decrescita una degustazione all’insegna della sostenibilità per l’uomo e per l’ambiente con i vini biologici proposti da quattro tra le aziende più sensibili del Piceno: Aurora e San Filippo di Offida, Fiorano di Cossignano, Villa Grifoni di Ripatransone; ad accompagnare il vino i piccoli assaggi vegetariani dello Chalet Ristorante Sabya Beach di Grottammare.

ore 21.30
proiezione del cortometraggio
IL POLLO RUSPANTE di Ugo Gregoretti (Ita, 1963) 30’ [episodio del film RO.GO.PA.G.]

Nell’epoca del consumismo e dei bisogni indotti, il signor Togni e la sua famiglia, piccolo borghese, sono il prototipo dei perfetti consumatori, pronti all’obbedienza e supini nel seguire le mode. Con grande acutezza Gregoretti legge la radicale trasformazione vissuta dalla società italiana in quella fase storica.

ore 22.00
incontro con Maurizio Pallante

laureato in lettere, principalmente attivo come saggista, è fondatore e presidente dell’Associazione Movimento per la Decrescita Felice. Fondatore con Mario Palazzetti, Tullio Regge nel 1988 del Comitato per l’uso razionale dell’energia (CURE), ha svolto l’attività di assessore all’Ecologia e all’Energia del comune di Rivoli. Svolge attività di ricerca e di pubblicazione saggistica nel campo del risparmio energetico e delle tecnologie ambientali.

USCIRE DALLA CRISI SENZA RIATTIVARE LA CRESCITA ECONOMICA
LA PROPOSTA ERETICAMENTE FELICE DI MAURIZIO PALLANTE

Di fronte alla crisi economico-finanziaria e alla crisi ambientale, ormai divenute di dimensioni globali, la ricetta proposta dai più è, come al solito, quella della ripresa della crescita economica: più consumo – più produzione – più rifiuti – più inquinamento – più felicità e benessere. Ma è davvero così che si può risolvere la situazione? Le nostre relazioni con gli altri e con l’ambiente e la nostra felicità sono davvero legati soltanto al possesso di un numero indefinito di oggetti da usare e gettare? Come è possibile continuare a sfruttare indiscriminatamente le risorse dell’ambiente se sappiamo che esse sono esauribili? Maurizio Pallante da anni pensa e lavora per una prospettiva diversa: quella della decrescita felice. Una prospettiva che ci permetta di essere davvero felici raggiungendo il ben-essere e abbandonando il ben-avere che oggi tutti nei paesi cosiddetti sviluppati sembriamo obbligati a perseguire. Una proposta controcorrente, eretica per il sistema di valori in cui viviamo, ma che potrebbe aprire un varco per ripensare il nostro modello di vita e uscire dalla crisi economica e ambientale in cui ci siamo ficcati. Senza sacrifici, ma addirittura riscoprendo valori e relazioni abbandonati troppo frettolosamente negli ultimi decenni e che sono essenziali per gli esseri umani, per la loro sopravvivenza e per la loro felicità. E in questa prospettiva sono di fondamentale importanza anche il vino e il cibo a partire dai quali la riflessione di Pallante si svilupperà venerdì sera alla Sala Kursaal di Grottammare. Secondo le parole dello stesso Pallante “la decrescita è elogio dell’ozio, della lentezza e della durata; rispetto del passato; consapevolezza che non c’è progresso senza conservazione; indifferenza alle mode e all’effimero; attingere al sapere della tradizione; non identificare il nuovo col meglio, il vecchio col sorpassato, il progresso con una sequenza di cesure, la conservazione con la chiusura mentale; non chiamare consumatori gli acquirenti, perché lo scopo dell’acquistare non è il consumo ma l’uso; distinguere la qualità dalla quantità; desiderare la gioia e non il divertimento; valorizzare la dimensione spirituale e affettiva; collaborare invece di competere; sostituire il fare finalizzato a fare sempre di più con un fare bene finalizzato alla contemplazione. La decrescita è la possibilità di realizzare un nuovo Rinascimento, che liberi le persone dal ruolo di strumenti della crescita economica e ri-collochi l’economia nel suo ruolo di gestione della casa comune a tutte le specie viventi in modo che tutti i suoi inquilini possano viverci al meglio.”

www.decrescitafelice.it
www.piuconmeno.it

In collaborazione con

• RAI NEWS 24
• Libera Terra
• Associazione PiùconMeno per la decrescita nel Piceno
• DV Scope di Federico Biondi
• Arteria Community
• Istituto Storico Provinciale per la Storia del Movimento di Liberazione nelle Marche di Ascoli Piceno
• Punto Einaudi di San Benedetto del Tronto
• Arcoiris TV
• RAI Tre
•TeatroAnna
•Cin Cin Bar grottammare

Contatti e informazioni:
http://sites.google.com/site/associazioneblowup/
Piazza Carducci 15, 63013 Grottammare (AP)

servallorani@tele2.it
tel. 0735.595360/339.6409483

associazioneblowup@fastwebnet.it

famosotommaso.blogspot.com
tel. 339.2029964

cultura@comune.grottammare.ap.it
tel. 0735.739230

——————————————————————————–

Lascia la tua opinione

Sei hai un account Facebook, connettiti e invia il commento anche al nostro profilo... entra nella Community!


Fatal error: Call to undefined function widget_FacebookConnector() in /web/htdocs/www.comunanze.net/home/wp-content/themes/crybook/comments.php on line 69